Grazie per esserti iscritto alla nostra newsletter! 
Ti terremo aggiornato sulle nostre novità, promozioni e sui nostri eventi.

Edizioni il Frangente

 
Seguici Seguici Facebook | Assistenza Clienti+39 045 8012631 $scrivici
Password dimenticata?
logo Il Frangente

Hai già inoltrato la richiesta per essere avvisato sulla disponibilità di questo prodotto.

Sarai avvisato appena il prodotto è disponibile.

Grazie!

Edizioni il Frangente

Abbiamo inserito la tua richiesta.

Quando il prodotto sarà disponibile, sarai avvisato per email.

Grazie!

Edizioni il Frangente

 

Per essere avvisati sulla disponibilità del prodotto è richiesta la registrazione.

Se sei già registrato effettua il login, altrimenti REGISTRATI.

Il mito del Mary Celeste

Vero Roberti

CODICE
MUR 128
EDITORE
Mursia
ISBN
9788842587545
EDIZIONE
1972
LINGUA
Italiano
PAGINE
148
FORMATO
140 x 210 mm
RILEGATURA
Cartonato con sovracoperta
€ 14,50
Il più famoso e sensazionale mistero dei mari L'interrogativo del brigantino americano Mary Celeste appassiona da cent'anni, con il suo fascino sinistro, tutti coloro che tentano di spiegare, di chiarire, di rendere razionale uno dei fatti più straordinari accaduti in mare. L'impossibilità di una spiegazione logica e l'assurda, allucinante se pur incontestabile realtà dei pochi e insufficenti elementi che si conoscono, hanno dato adito alle congetture più fantasiose e bizzarre. Il 5 dicembre 1872 il Dei Gratia avvistò ad oriente delle Azzore, battente bandiera americana, il brigantino-goletta Mary Celeste. Non ricevendo risposta al segnale di saluto, il comandante, insospettito, decise di mettere in mare un'imbarcazione per abbordare il veliero. Il Mary Celeste era deserto, non un'anima a bordo, come se un'improvvisa paura avesse costretto equipaggio e comandante a fuggire precipitosamente. Non vi erano segni di lotta o violenza, il carico era ben stivato, la cambusa, lo scafo e l'alberatura erano in buone condizioni. La stessa incredulità e reticenza delle autorità inglesi di Gibilterra, il loro rifiuto di "normalizzare" il caso fin dall'inizio fecero sì che l'inchiesta giudiziaria venisse distorta e forzata. Ad alimentare nel pubblico di entrambe le sponde dell'Atlantico una curiosità quasi morbosa, contribuirono giornali e riviste del tempo che trasformarono in mito, un dramma marino. Scrittori tra i quali Sir Artur Conan Doyle, avvinti dal fascino dell'insolubile mistero, hanno aggiunto, distorto, romanzato l'accaduto. Il presente volume si propone, eliminando le fantasie, i racconti dei falsi testimoni, le invenzioni gratuite dei giornali, di proporre all'attenzioni del lettore le sole documentazioni ufficiali e le «soluzioni» più plausibili di quello che, a ragione, può definirsi il più famoso e sconcertante mistero di tutti i mari.

Ti potrebbero interessare anche
  • Il mistero della cripta di Kastellorizo
  • Titanic, l'altra storia
  • La tragedia del Bounty
  • 117 giorni alla deriva
  • Il mistero del mare
  • S.O.S. il "Guia" affonda
  • Naufraghi nel deserto blu
  • Il naufragio della Querina
  • I più importanti disastri navali