Grazie per esserti iscritto alla nostra newsletter! 
Ti terremo aggiornato sulle nostre novità, promozioni e sui nostri eventi.

Edizioni il Frangente

 
Seguici Seguici Facebook | Assistenza Clienti+39 045 8012631 $scrivici
Password dimenticata?
logo Il Frangente

Hai già inoltrato la richiesta per essere avvisato sulla disponibilità di questo prodotto.

Sarai avvisato appena il prodotto è disponibile.

Grazie!

Edizioni il Frangente

Abbiamo inserito la tua richiesta.

Quando il prodotto sarà disponibile, sarai avvisato per email.

Grazie!

Edizioni il Frangente

 

Per essere avvisati sulla disponibilità del prodotto è richiesta la registrazione.

Se sei già registrato effettua il login, altrimenti REGISTRATI.

Creature pericolose dei mari e degli oceani

Sebastiano Guido

CODICE
MGS 93
EDITORE
Magenes
ISBN
9788866490265
EDIZIONE
2013
LINGUA
Italiano
PAGINE
224 ill. a colori
FORMATO
170 x 240 mm
RILEGATURA
Brossura
€ 19,50
Guida al riconoscimento e al primo soccorso
Chi si imbatte in un grosso pelagico o in un coccodrillo non ha certamente bisogno di essere illuminato circa la pericolosità dell’incontro. Ben diverso è l’impatto con organismi di piccola o minima taglia, verso cui non esiste timore reverenziale: se non sono presenti più che evidenti aculei e armi di difesa e non si conosce l’animale, si può sottovalutarlo, talvolta con rischi mortali.Questa guida, attraverso pratiche schede di facile consultazione e suggestive fotografie subacquee, ha lo scopo di far conoscere le principali specie pericolose che si possono incontrare in un’immersione o anche semplicemente bagnandosi, al fine di evitare esperienze traumatiche. Vuole inoltre evidenziare le caratteristiche delle famiglie di animali potenzialmente dannosi, onde poter procedere per analogia al riconoscimento di specie simili e al conseguente modo di comportarsi in loro presenza. Pochi singoli accorgimenti, infatti, consentono a chi vuole immergersi o semplicemente bagnarsi nelle acque calde dei mari tropicali, che sono le più pericolose e le meno conosciute, di evitare problemi legati all’impatto con organismi che possono arrecare danni. Purtroppo in molte zone del mondo c’è penuria di medici o di presidi sanitari immediatamente disponibili, ma conoscere queste semplici norme di comportamento abbatte drasticamente, quasi azzerandolo, ogni pericolo e consente a chi le segue una serena entrata, permanenza e uscita dall’acqua.

Ti potrebbero interessare anche
  • Biodiving
  • Animali Marini Pericolosi
  • I sogni di Benjamin Mac Dream
  • Videosub