Grazie per esserti iscritto alla nostra newsletter! 
Ti terremo aggiornato sulle nostre novità, promozioni e sui nostri eventi.

Edizioni il Frangente

 
Seguici Seguici Facebook | Assistenza Clienti+39 045 8012631 $scrivici
Password dimenticata?
logo Il Frangente

Hai già inoltrato la richiesta per essere avvisato sulla disponibilità di questo prodotto.

Sarai avvisato appena il prodotto è disponibile.

Grazie!

Edizioni il Frangente

Abbiamo inserito la tua richiesta.

Quando il prodotto sarà disponibile, sarai avvisato per email.

Grazie!

Edizioni il Frangente

 

Per essere avvisati sulla disponibilità del prodotto è richiesta la registrazione.

Se sei già registrato effettua il login, altrimenti REGISTRATI.

Polinesia, un paradiso che muore

Alain Gerbault

CODICE
MRV 28
EDITORE
Edizioni Mare Verticale
ISBN
9788897173373
EDIZIONE
2014
LINGUA
Italiano
PAGINE
272 ill. b/n
FORMATO
145 x 205 mm
RILEGATURA
Brossura
€ 18,00
€ 15,30
Polinesia, un paradiso che muore, che si situa esattamente dopo Isole di bellezza, è il testamento di Alain Gerbault. È il suo canto di amore alla Polinesia e la più terribile delle requisitorie. Infatti, l’autore voleva dare al suo libro il sottotitolo: «sotto la crudele civiltà bianca». Vi dedicò i suoi ultimi anni di vita e le sue ultime forze: innalzare una stele, un monumento alla cultura polinesiana che moriva sotto i suoi occhi, salvare a tutti i costi la memoria di quel paradiso assassinato. Di questo testo aspro, sconvolgente, teso, attraversato da lampi di meraviglia, ci si chiede come sia potuto rimanere così a lungo dimenticato.

La sua attraversata dell’Atlantico in solitario nel 1923, a bordo di Firecrest, l’aveva reso immensamente famoso, ma qui diventa il difensore della cultura polinesiana, l’uomo che ci commuove per il destino tragico di quel Paradiso. C’è un altro Gerbault da scoprire, quello che sulle isole chiamavano Il selvaggio bianco.

Chi è Alain Gerbault?

Alla scoperta del mondo affascinante di Alain Gerbault, pilota di aerei da caccia durante la prima guerra mondiale, campione di tennis al Roland Garros e, alla fine, grande navigatore che fece la prima traversata in solitario da Cannes a New York nel 1923, conquistandosi una fama internazionale.

Poi la navigazione fino a Tahiti e, da lì, di nuovo in Francia, a Le Havre, dove arrivò nel 1929, concludendo così il giro del mondo che consacrò definitivamente il suo successo di navigatore. Poi, insofferente della vita moderna e cittadina, tormentato dalla società civilizzata, ritornò definitivamente nelle isole del Pacifico, fino alla tragica morte, a soli quarantotto anni.

L'AUTORE
Alain Gerbault
Alain Gerbault
Nacque da una famiglia di classe medio-alta. Passò gran parte della sua gioventù a Dinard, vicino al vecchio porto di Saint-Malo. Tra le...
leggi tutto

Ti potrebbero interessare anche
  • Pacifico per due
  • Il mio amico Alain Gerbault
  • Da solo su un'isola deserta
  • Vela mari lontani isole e lagune
  • Oceano Pacifico 1

Titoli dello stesso autore
  • O.Z.Y.U. ultimo giornale di bordo
  • Verso il sole
  • Sulla rotta del ritorno