Grazie per esserti iscritto alla nostra newsletter! 
Ti terremo aggiornato sulle nostre novità, promozioni e sui nostri eventi.

Edizioni il Frangente

 
Seguici Seguici Facebook | Assistenza Clienti+39 045 8012631 $scrivici
Password dimenticata?
logo Il Frangente

Hai già inoltrato la richiesta per essere avvisato sulla disponibilità di questo prodotto.

Sarai avvisato appena il prodotto è disponibile.

Grazie!

Edizioni il Frangente

Abbiamo inserito la tua richiesta.

Quando il prodotto sarà disponibile, sarai avvisato per email.

Grazie!

Edizioni il Frangente

 

Per essere avvisati sulla disponibilità del prodotto è richiesta la registrazione.

Se sei già registrato effettua il login, altrimenti REGISTRATI.

Giù nelle navi in fondo al mare

Harry Grossett

CODICE
MGS 122
EDITORE
Addictions-Magenes Editoriale
ISBN
978-8866490920
EDIZIONE
2015
LINGUA
Italiano
PAGINE
294 - inserto fotografico b/n
FORMATO
150 x 210 mm
RILEGATURA
Brossura
€ 16,00
Harry Grossett, nato a Glasgow, in Scozia, figlio e nipote di palombari, è forse il palombaro d'alta profondità più esperto del mondo. Si è immerso nelle navi in fondo al mare per oltre cinquant'anni. Durante la sua carriera è stato sul fondo della maggior parte dei sette mari. Ha viaggiato per tutto il mondo allo scopo di recuperare oro e altri carichi e di soccorrere navi. È stato morso da un grongo, intrappolato in una nave da trasporto truppe e sepolto dal calcestruzzo. Ha rimosso arti umani sott'acqua, recuperato ossa umane, e per due volte è quasi rimasto ucciso sott'acqua a Hong Kong. Durante la Prima guerra mondiale si è immerso da una nave da guerra nei pressi dei Dardanelli, e nel secondo conflitto mondiale è stato primo palombaro per l'installazione dell'oleodotto ad Accra. Fra le guerre ha giocato un ruolo principale nell'operazione di recupero più grande della storia - quella della flotta tedesca a Scapa Flow. L'autore rivela i principi e la pratica delle immersioni d'alta profondità, e spiega come sono progredite negli ultimi cinquant'anni. Guarda al futuro altrettanto bene come al passato, ed esamina l'influenza sulle immersioni di invenzioni moderne come gli scafandri rigidi, la televisione e l'autorespiratore. Con una attenta analisi dei disastri sottomarini suggerisce come la perdita di vite umane si sarebbe potuta evitare nel passato e si potrebbe prevenire nel futuro.

Ti potrebbero interessare anche
  • Il pericolo è il mio mestiere
  • Dentro il mare, il mare dentro
  • Palombiro Pagine dal fondo
  • Verso gli abissi
  • Dalle scarpe di piombo alle pinne
  • Io c'ero