Grazie per esserti iscritto alla nostra newsletter! 
Ti terremo aggiornato sulle nostre novità, promozioni e sui nostri eventi.

Edizioni il Frangente

 
Seguici Seguici Facebook | Assistenza Clienti+39 045 8012631 $scrivici
Password dimenticata?
logo Il Frangente

Hai già inoltrato la richiesta per essere avvisato sulla disponibilità di questo prodotto.

Sarai avvisato appena il prodotto è disponibile.

Grazie!

Edizioni il Frangente

Abbiamo inserito la tua richiesta.

Quando il prodotto sarà disponibile, sarai avvisato per email.

Grazie!

Edizioni il Frangente

 

Per essere avvisati sulla disponibilità del prodotto è richiesta la registrazione.

Se sei già registrato effettua il login, altrimenti REGISTRATI.

Ulisse

AA.VV.

CODICE
FSB 202
EDITORE
Silvana Editoriale
ISBN
9788836644407
EDIZIONE
2020
LINGUA
Italiano
PAGINE
464
RILEGATURA
Brossura
€ 34,00

L’arte e il mito

Catalogo della mostra “Ulisse. L’arte e il mito” – Forlì, Musei San Domenico
dal 15 Febbraio al 21 Giugno 2020

Il mito di Ulisse, antico di tremila anni, ha permeato la cultura occidentale travalicando i confini della Grecia arcaica per diventare universale. Incarnazione della curiosità, dell’ingegno, dell’anelito alla conoscenza che è proprio dell’uomo, ma anche delle sue inquietudini e delle sue ansie, la figura di Ulisse ha attraversato i secoli estendendo la sua ombra nella letteratura, nell’arte, fino al cinema, rinnovando la sua carica simbolica in consonanza con il mutare dei tempi.
Questo volume intende indagare proprio la relazione tra arte e mito, mostrando come il racconto si trasformi in immagine figurativa, e come questa trasposizione a sua volta influenzi, reinterpreti e ridefinisca la visione stessa del mito.
Se l’età classica mette in scena la sfera degli affetti del protagonista, la sua nostalgia di casa e il ricongiungimento finale con i familiari, l’opera di Dante trasforma Ulisse nell’eroe ardimentoso che, spinto a superare i limiti posti all’uomo, viene punito dal divino.
L’arte continua a elaborare il mito omerico nei secoli successivi, mettendo in luce di volta in volta differenti sfumature della personalità dell’eroe; il Novecento, con una lettura nuova e provocatoria, lo consegna, infine, quale prototipo dell’uomo moderno: irrequieto, alienato, irrimediabilmente diviso nella sua identità.


Ti potrebbero interessare anche
  • La barca nel mito