Grazie per esserti iscritto alla nostra newsletter! 
Ti terremo aggiornato sulle nostre novità, promozioni e sui nostri eventi.

Edizioni il Frangente

 
Seguici Seguici Facebook | Assistenza Clienti+39 045 8012631 $scrivici
logo Il Frangente

Hai già inoltrato la richiesta per essere avvisato sulla disponibilità di questo prodotto.

Sarai avvisato appena il prodotto è disponibile.

Grazie!

Edizioni il Frangente

Abbiamo inserito la tua richiesta.

Quando il prodotto sarà disponibile, sarai avvisato per email.

Grazie!

Edizioni il Frangente

 

Per essere avvisati sulla disponibilità del prodotto è richiesta la registrazione.

Se sei già registrato effettua il login, altrimenti REGISTRATI.

In nome di Dio taglia!

Roberto Gruden

CODICE
EDV 342
EDITORE
Vittorelli
ISBN
EAN 9501917341565
EDIZIONE
1998
LINGUA
Italiano
PAGINE
96 ill. a colori
FORMATO
170 x 240 mm
RILEGATURA
Brossura con alette
€ 15,50

Non c’è nave varata ai cantieri di Monfalcone che non costituisca un nuovo primato. Le passeggeri realizzate per conto delle grandi imprese armatrici, dalla P&O alla Carnival, costituiscono infatti un’ulteriore e importante tappa del lungo cammino intrapreso dai cantieri di casa nostra, dove tradizione e innovazione vanno da sempre a braccetto.
E non è soltanto storia dei nostri giorni. Dalla fine del secolo scorso ad oggi, a Trieste e a Monfalcone sono infatti scesi in acqua i più moderni piroscafi e transatlantici, veri e propri giganti del mare, città galleggianti, dal ‘Kaiser Joseph I’ al ‘Conte Grande’, dalla ‘Victoria’ alla ‘Giulio Cesare’ e alla ‘Galileo Galilei’.
Ecco allora una cavalcata attraverso gli anni per raccontare i grandi vari nei cantieri giuliani, dal ‘Carolina’ (il pachebotto che collegò Trieste e Venezia nel 1818) fino ad arrivare all’‘Eugenio C.’, varata a Monfalcone nel 1964, anno in cui cominciò un periodo di stasi nella costruzione e nell’utilizzo delle navi apsseggerisecondo i vecchi concetti.
Il tutto narrato attraverso le cronache dell’epoca: non solo notizie sui battesimi marinari, quindi, ma anche sugli avvenimenti cittadini, spaziando dallo spettacolo allo sport, dalla politica all’economia.
Ed è l’occasione per respirare ancora una volta quell’atmosfera festosa e popolare che ha sempre accompagnato ogni varo.