Grazie per esserti iscritto alla nostra newsletter! 
Ti terremo aggiornato sulle nostre novità, promozioni e sui nostri eventi.

Edizioni il Frangente

 
Seguici Seguici Facebook | Assistenza Clienti+39 045 8012631 $scrivici
logo Il Frangente

Hai già inoltrato la richiesta per essere avvisato sulla disponibilità di questo prodotto.

Sarai avvisato appena il prodotto è disponibile.

Grazie!

Edizioni il Frangente

Abbiamo inserito la tua richiesta.

Quando il prodotto sarà disponibile, sarai avvisato per email.

Grazie!

Edizioni il Frangente

 

Per essere avvisati sulla disponibilità del prodotto è richiesta la registrazione.

Se sei già registrato effettua il login, altrimenti REGISTRATI.

Nostromo

Joseph Conrad

CODICE
MND 12
EDITORE
Mondadori
ISBN
9788804483861
EDIZIONE
2000
LINGUA
Italiano
PAGINE
544 in b/n
FORMATO
110 x 185 mm
RILEGATURA
Brossura
€ 13,00

Con un saggio di Harold Bloom e una nota di Virginia Woolf

Narrata in una lingua di sensuale intensità cromatica, la vicenda di Nostromo ha come sfondo l’immaginaria repubblica del Costaguana, paese ora concreto, sanguigno, ora remoto, sospeso in un’inquieta irrealtà di sogno, nella cui inafferrabile solitudine di mare e di isole si riflettono l’irrealtà e la solitudine umana. Romanzo d’avventura e di intreccio, di intrighi e di colpi di scena, Nostromo ruota attorno all’invenzione centrale di una situazione ambigua, ad altissima potenzialità drammatica ed emotiva, in cui i personaggi si vedono costretti ad affrontare e rivelare il loro io più segreto e rifiutato. Il tema, profondamente conradiano, è qui il tradimento, che si moltiplica e si riflette in innumerevoli sfaccettature. Tradimento di sé, degli altri, dei propri ideali, della propria illusoria realtà. Il tradimento colpevole, orgogliosamente vissuto come eroica forma di virtù, di Charles Gould. Il tradimento incolpevole, assunto con amaro piacere, come un perenne e liberatorio marchio di infamia, del dottor Monygham. Il tradimento, infine, stupito, doloroso, innocente e spavaldo di Nostromo, il giovane marinaio italiano al centro della vicenda, che da tradito si fa traditore, da eroe si fa ladro, per ritrovare infine l’immagine di sé che ha tenacemente, disperatamente voluto creare facendo della sua morte “il più grande, il più invidiabile, il più sinistro” dei suoi illusori trionfi.


Titoli della stessa collana
  • Storie di pirati
  • La linea d'ombra
  • Tifone Gioventù