Grazie per esserti iscritto alla nostra newsletter! 
Ti terremo aggiornato sulle nostre novità, promozioni e sui nostri eventi.

Edizioni il Frangente

 
Seguici Seguici Facebook | Assistenza Clienti+39 045 8012631 $scrivici
logo Il Frangente

Hai già inoltrato la richiesta per essere avvisato sulla disponibilità di questo prodotto.

Sarai avvisato appena il prodotto è disponibile.

Grazie!

Edizioni il Frangente

Abbiamo inserito la tua richiesta.

Quando il prodotto sarà disponibile, sarai avvisato per email.

Grazie!

Edizioni il Frangente

 

Per essere avvisati sulla disponibilità del prodotto è richiesta la registrazione.

Se sei già registrato effettua il login, altrimenti REGISTRATI.

Titouan Lamazou. «Domani, morto io, morti tutti»

Patrick Le Rouz

CODICE
MUR 321
EDITORE
Ugo Mursia Editore
ISBN
9788842512332
EDIZIONE
1992
LINGUA
Italiano
PAGINE
192 in b/n + ins. fotografico a colori
FORMATO
140 x 210 mm
RILEGATURA
Brossura con alette
€ 25,00
EDIZIONE 1992

Crociere, regate, viaggi e avventure

Centonove giorni, otto ore e quarantotto minuti hanno fatto entrare Titouan Lamazou nella leggenda del  mare.
Ha vinto il Vendée Globe Challenge, la prima regata assoluta: il giro del mondo in solitario senza scalo.

Pittore, romanziere, fieramente solitario come gli artisti, l'uomo che tiene il timone di Ecureuil d'Aquitaine II è innanzitutto capitano del suo destino: "Un uomo solo a bordo è tutta l'umanità su una barca", egli costata e tuttavia ammette che, proprio in quest'impresa, egli non si è mai sentito solo ma sempre circondato da persone, amici, tecnici, pubblico.
Un'equipe a terra seguiva i ritmi di vita a bordo; centinaia di telex, infiniti collegamenti radio davano un senso preciso all'impresa: il cordone ombelicale che legava il marinaio alla terra non è mai stato completamente reciso.