Grazie per esserti iscritto alla nostra newsletter! 
Ti terremo aggiornato sulle nostre novità, promozioni e sui nostri eventi.

Edizioni il Frangente

 
Seguici Seguici Facebook | Assistenza Clienti+39 045 8012631 $scrivici
logo Il Frangente

Hai già inoltrato la richiesta per essere avvisato sulla disponibilità di questo prodotto.

Sarai avvisato appena il prodotto è disponibile.

Grazie!

Edizioni il Frangente

Abbiamo inserito la tua richiesta.

Quando il prodotto sarà disponibile, sarai avvisato per email.

Grazie!

Edizioni il Frangente

 

Per essere avvisati sulla disponibilità del prodotto è richiesta la registrazione.

Se sei già registrato effettua il login, altrimenti REGISTRATI.

Capire l'Astronomia

Jean Claude Pecker

CODICE
HOE 59
EDITORE
Ugo Mursia Editore
ISBN
9788820314316
EDIZIONE
1997
LINGUA
Italiano
PAGINE
300 ill. b/n
FORMATO
170 x 240 mm
RILEGATURA
Brossura
€ 21,69

La scienza astronomica - Le stelle, la Galassia, le galassie: un inventario - L'universo in evoluzione - L'uomo nel sistema solare

Sempre gli uomini hanno guardato la volta celeste con stupore e timore, facendone oggetto di riflessione, di poesia e di studio.
Nel corso degli ultimi cinque secoli, grazie ai progressi dell'ottica, gli astronomi hanno appreso sul conto dell'universo più che durante tutta la storia precedente dell'umanità. E questi ultimi cinquant'anni, che hanno visto fiorire la radioastronomia, l'astrofisica e l'osservazione del cielo tramite i satelliti e i voli interplanetari, hanno rinnovato ancor più profondamente, anzi addirittura sconvolto, le conoscenze astronomiche.

Ma, dagli astri più lontani, rivelati dalla radioastronomia, ai pianeti del sistema solare, visitati dalle sonde spaziali, ciò che si manifesta agli scienziati è la coerenza profonda di un universo nel quale, ovunque, si applicano le stesse leggi fisiche. E gli scienziati possono a questo punto proporre, certo in modo ancora incompleto e congetturale, un vasto affresco del nostro universo che appare smisurato: si estende per decine di miliardi di anni luce e la sua vita è probabilmente dell'ordine di un centinaio di miliardi di anni.