Grazie per esserti iscritto alla nostra newsletter! 
Ti terremo aggiornato sulle nostre novità, promozioni e sui nostri eventi.

Edizioni il Frangente

 
Seguici Seguici Facebook | Assistenza Clienti+39 045 8012631 $scrivici
Password dimenticata?
logo Il Frangente

Hai già inoltrato la richiesta per essere avvisato sulla disponibilità di questo prodotto.

Sarai avvisato appena il prodotto è disponibile.

Grazie!

Edizioni il Frangente

Abbiamo inserito la tua richiesta.

Quando il prodotto sarà disponibile, sarai avvisato per email.

Grazie!

Edizioni il Frangente

 

Per essere avvisati sulla disponibilità del prodotto è richiesta la registrazione.

Se sei già registrato effettua il login, altrimenti REGISTRATI.

In vela sull'oceano

Flavio Serafini

CODICE
MUR 130
EDITORE
Mursia
ISBN
97888425875524
LINGUA
Italiano
PAGINE
282
RILEGATURA
Brossura
€ 46,00
Storia della nave scuola Patria ultimo veliero oceanico della marina Mercantile Italiana

Con questa esauriente ricostruzione storica si offre, dopo quasi mezzo secolo il quadro avvincente dell'attività dell'ultimo veliero oceanico della Marina Mercantile Italiana. È la cronaca della nave scuola Patria, vissuta giorno dopo giorno dal suo equipaggio, descritta a volte con il crudo realismo della gente di mare e pur tuttavia con precisi riferimenti storici. È il destino fortunoso e sempre vario di un bastimento che onorò il tricolore e divenne, dopo i fasti del periodo della vela, una delle tante «carrette» dei mari.
Con il Patria si ricordano illustri personaggi che in quel periodo seguirono la travagliata esistenza del veliero, come il marchese Renzo De La Penne, infaticabile presidente del consiglio di amministrazione della Nazzario Sauro, il ministro Costanzo Ciano, il com.te Ettore Bassani, direttore dell'Istituzione e, infine, il capitano Giuseppe Lazzarini che ebbe il comando della nave. Con loro si alternano nelle varie campagne oceaniche, altri protagonisti: ufficiali, marinai, e soprattutto gli allievi, oggi comandanti in pensione che l'autore ha raggiunto e intervistato un po' ovunque.
Sollevando il velo che ricopriva i loro ricordi giovanili, utilizzando le annotazioni sui diari di bordo «personali», il com.te Serafini ha reso d'attualità l'annosa questione dell'istruzione Nautica in Italia. Il volume è, in questo senso, una preziosa testimonianza di un'epoca considerata in un ideale giornale di navigazione, dove tra ombre e luci tipiche di un ambiente che non ammette debolezze, si scopre, alla fine, il protagonista assoluto di sempre, il leitmotif: l'Oceano.

L'autore
Il com.te Flavio Serafini, imbarcato per anni su navi mercantili e militari, ha lasciato la Marina con il grado di capitano di fregata.
Studioso di storia della navigazione e della marineria velica in particolare, dal 1977 è segretario nazionale dell'Associazione dei Cape Horniers. Fondatore del Museo Navale di Ponente Ligure, si occupa di consulenze e perizie nautiche. Autore di volumi che hanno riscosso successo anche all'estero, sta preparando altre opere storiche quali: Ponte di comando e Uomini e Bastimenti italiani di Capo Horn. È fra coloro che maggiormente si sono battuti per la realizzazione in Italia (Imperia) del monumento mondiale al navigante di Capo Horn.

Ti potrebbero interessare anche
  • La vela latina
  • Storia della marineria
  • Navi e marinai dell'antichità
  • Il Bragozzo
  • Gli ultimi mohicani degli oceani